Los Angeles, part III

IMG_1647IMG_1657IMG_1649

Bellissime giornate a lavorare, capire cosa succede in questo angolo di mondo che è il mondo ideale per fare questo lavoro. Un miliardo di contatti e tante esperienze. Vedere che la Fender lavora come 60 anni fa è stato incredibile, ti fa capire quanto geniale fosse Leo… è cambiato il mercato ma lui aveva già ottimizzato le fasi di produzione. La strato e la tele si fanno oggi come allora, nello stesso identico modo. Entrano legno, plastica e ferro; escono chitarre.

IMG_1665IMG_1670IMG_1676IMG_1681IMG_1682IMG_1686IMG_1687IMG_1694IMG_1699IMG_1703IMG_1705IMG_1706IMG_1708IMG_1711IMG_1714IMG_1715IMG_1718IMG_1719IMG_1728IMG_1733IMG_1727IMG_1741IMG_1739IMG_1725

E dopo questa immersione nel mondo Fender siamo andati a trovare un’altra grande compagnia di liuteria elettrica, la LsL, famosa qui a Los Angeles per la qualità delle sue chitarre, usate da molti artisti famosi. E’ stato un po’ come rivedere la Fender agli inizi. O, se volete, la sua sezione Custom Shop…

IMG_1748IMG_1749IMG_1750IMG_1751

Qui Lance… il simpaticissimo proprietario della ditta, ci mostra una chitarra appena finita.

IMG_1745

E’ arrivato il tempo di ripartire e, come tutti i distacchi, si lascia qualcosa alle spalle. Non tutto.

Cosa mi rimane della California?

Il rispetto dei tuoi diritti e delle altrui libertà. La sensazione di relax, il senso di assoluta non aggressività di questo popolo. L’idea che se sei bravo e vuoi lavorare, puoi farlo e senza troppi problemi, con una tassazione ragionevole e uno Stato che non ti opprime, ma fornisce servizi eccellenti. L’apertura mentale dei Californiani rende possibile il resto. Ma solo se sei bravo, perché qui la competizione è vera e spietata, anche se sana.

Pierangelo

Commenti (...)

  1. giacomo 2 febbraio 2014 Rispondi

    Concordo con Pier al 100% e ringrazio il destino di avermi fatto studiare li’ a 19 anni! Un imprinting che ha decisamente influito in maniera positiva e brutale su tutto ciò che abbia mai fatto dopo tale esperienza.

    Bel blog, Pier! Complimenti!

    • Pierangelo Autore
      Pierangelo 4 febbraio 2014 Rispondi

      Grazie Giacomo!
      Los Angeles, vista da così vicino, è davvero unica. Amore vero.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


+ uno = 3

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>